Siena-Milano speranze italiane, Olympiacos per il three-peat

0
1079

La tavola è finalmente apparecchiata per la nuova stagione dell’Eurolega, la massima competizione europea per club. Con anche l’assegnazione dei diritti tv a Fox Sports/Sky che segna il ritorno della competizione sulla pay tv, mercoledì scatta la fase a gironi che coinvolgerà le migliori 24 squadre del Vecchio Continente. Due le rappresentanti italiane: Montepaschi Siena e EA7 Emporio Armani Milano. I greci dell’Olympiacos, vincitori delle ultime due edizioni, vanno a caccia della tripletta e ci proveranno nella Final Four del Mediolanum Forum di Assago, per un atto conclusivo che torna in Italia dopo diversi anni (l’ultima volta nel 2002 al PalaMalaguti di Bologna).

I biancorossi del Pireo dovranno fare attenzione a rivali agguerrite come il CSKA Mosca di Ettore Messina, l’ambizioso Fenerbahce di Obradovic, il Real Madrid e le solite Maccabi Tel Aviv, Barcellona e Panathinaikos. Vediamo ora più nel dettaglio la composizione dei 4 gironi della prima fase 2013-2014.

Gruppo B (Anadolu Efes, Brose Bamberg, EA7 Emporio Armani Milano, Real Madrid, Strasburgo, Zalgiris Kaunas)

L’ambiziosa Olimpia Milano di Luca Banchi, rinforzata con assi come Moss, Wallace e Jerrells, è certamente tra le candidate al passaggio del turno. Il Real Madrid di Fernandez, Llull, Rodriguez e dell’ex Bourousis parte favorita, seguita dall’Anadolu Efes che ha aggiunto Planinic e Scotty Hopson e dallo Zalgiris Kaunas che ha riportato a casa Pocius e il veterano Jasikevicius. Milano dovrà fare attenzione a possibili sgambetti da parte di Bamberg con Velickovic e Sharrod Ford, e di Strasburgo, coi campioni d’Europa Diot, Ajinca e Collet in panca.

Gruppo C (Bayern Monaco, Galatasaray, Montepaschi Siena, Olympiacos, Unicaja Malaga, Zielona Gora)

Girone sulla carta accessibile per la Montepaschi Siena che giocherà le partite interne al Mandela Forum di Firenze. La Mens Sana di coach Crespi è ancora tutta da verificare, con Daniel Hackett unica vera garanzia, ma gli americani English, Carter e Green fanno ben sperare. In pole c’è l’Olympiacos di Spanoulis che ha perso Papanikolaou e Hines ma ha aggiunto l’ex varesino Dunston, lo sloveno Begic e la guardia belga Lojeski; a seguire l’Unicaja di Plaza con Zoran Dragic e il Galatasaray di coach Ataman con Arroyo, Markoishvili e Domercant. Ambizioso il Bayern Monaco di Pesic con i giovani Benzing, Djedovic e Delaney mentre la cenerentola è lo Zielona Gora (Polonia) che punta sull’ex di Cavs e Lakers Eyenga.

Gruppo A (Barcellona, Budivelnyk, CSKA Mosca, Fenerbahce, Nanterre, Partizan Belgrado)

Girone di ferro con tre candidate al titolo assoluto. Il CSKA di Messina ha aggiunto Fridzon, Jeremy Pargo e Kyle Hines ad una squadra già forte; diverse novità nel Barcellona che ha preso Nachbar, Dorsey, Jacob Pullen, Papanikolaou, Oleson, Lampe, affiancati a Navarro, Tomic e Lorbek; occhio al Fenerbahce che ha chiamato coach Obradovic e riparte da Bogdanovic, McCalebb, Preldzic più gli innesti di Bjelica e soprattutto Linas Kleiza, ex Raptors. In seconda fila il giovane Partizan di Vujosevic, gli ucraini di Budivelnyk con Minard, Summers e Darjus Lavrinovic, e i campioni di Francia di Nanterre (occhio al prospetto Jaiteh).

Gruppo D (Laboral Kutxa, Lietuvos Rytas, Lokomotiv Kuban, Maccabi Tel Aviv, Panathinaikos, Stella Rossa)

Gruppo molto equilibrato. Sulla carta partono in prima fila il Maccabi e il Panathinaikos: i gialli di Blatt hanno ripreso Schortsanidis più Tyus da Cantù, Tyrese Rice e Joe Ingles mentre i verdi di Atene hanno riportato a casa Fotsis e Batiste, da mettere vicino a Diamantidis (curiosità per il cinese Ping Shang). Seconda fila per il Laboral Kutxa di Sergio Scariolo con il veterano Nocioni, il centro Pleiss e gli esterni Hanga e San Emeterio, e per il Lietuvos Rytas, che punta sull’ex milanese Cook in regia, più i locali Seibutis, Gecevicius e Songaila. Proveranno a sorprendere il Lokomotiv Kuban, vincitore dell’ultima Eurocup, con Marcus Williams, Kalnietis e Richard Hendrix, e la Stella Rossa Belgrado di DeMarcus Nelson e Jaka Blazic.

LA FORMULA
La regular season partirà il 17 ottobre 2013. Le prime quattro classificate di ciascun gruppo (4 gironi da 6) si qualificheranno per la Top 16. Le 8 squadre eliminate verranno retrocesse in Eurocup. Le migliori 16 verranno divisie in 4 nuovi gironi da 4: le prime 2 avanzeranno ai quarti di finale che si disputeranno in serie al meglio delle 5 partite. Le vincenti parteciperanno alla Final Four che si disputerà dal 15 al 18 maggio 2014 al Mediolanum Forum di Assago.

DICCI LA TUA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.