Colpo di mercato della Virtus Bologna: preso Marco Belinelli!

0
620

Con un colpo di mercato a sorpresa la Virtus Bologna ingaggia Marco Belinelli riportandolo in Italia dopo 13 stagioni in NBA e un Titolo vinto con i San Antonio Spurs. La guardia di San Giovanni in Persiceto ha firmato un ricco contratto triennale da 5 milioni di Euro complessivi con la squadra con la quale era cominciata la sua carriera nel 1997 e dove era rimasto fino al 2002, prima di andare nell’altra sponda bolognese, alla Fortitudo, dal 2003 al 2007.

Terminata l’avventura NBA

Con la free agency NBA iniziata ormai da qualche giorno, e che ha visto Danilo Gallinari ottenere un nuovo contratto con gli Atlanta Hawks, ci si aspettava che qualche contender potessero fare una proposta per Belinelli, che era free agent dopo la fine del rapporto coi San Antonio Spurs, magari anche un anno al minimo salariale (poco più di 2.5 milioni di dollari). Invece dai vari rumors sembra che non siano arrivate molte proposte o almeno nessuna abbastanza interessante da soddisfarlo, facendo scegliere al bolognese di tornare a casa, e nel campionato italiano.
Dopo 13 anni, 9 squadre e quasi 9.000 punti realizzati quindi si chiude la sua avventura in NBA che l’ha visto diventare il primo italiano a vincere un Titolo NBA oltre all’indimenticabile vittoria del Three Point Contest all’All-Star Game 2014, una carriera con tante squadre diverse ma anche con tanti episodi importanti per lui e per le sue franchigie.

Per la Virtus un salto di qualità

Dopo la firma la scorsa stagione di Milos Teodosic per la Virtus Bologna quella di Belinelli è un’altra firma che fa sognare in grande i tifosi e che proietta la squadra al vertice sia del campionato di Serie A sia in Eurocup. Due obiettivi stagionali dei bolognesi: lo Scudetto manca da tanti anni e tornare a imporsi in Italia sarebbe importante per una piazza storica come quella Virtus, mentre la coppa europea diventa ancora più decisiva per il sogno del patron Zanetti di giocare l’Euroleague dalla prossima stagione. La vittoria della coppa infatti vorrebbe dire pass automatico per l’Eurolega, senza bisogno di lavorare per ricevere una licenza.

Milano resta avanti, ma ai playoff…

Da quanto finora visto nel campionato Italiano l’Armani Exchange Milano resta almeno un gradino avanti a tutte le altre squadre, Virtus con Belinelli compresa. Il GAP tra le due squadre però potrebbe assottigliarsi perché l’inserimento di un giocatore con questo talento, esperienza, forza mentale, capacità di segnare i tiri decisivi per vincere le partite, di sicuro darà una spinta a tutto il resto del roster.
Visto anche l’inserimento tardivo e il fatto che Belinelli non gioca una partita da parecchi mesi, da quando ha terminato la regular season nella bolla di Orlando con gli Spurs, la Virtus probabilmente dovrà usarlo con attenzione almeno inizialmente, ma è chiaro che il suo ingaggio è proiettato soprattutto in ottica finale di stagione e playoff, sia in Italia che in Europa.
È per questo che è tornato ed è per questo che Bologna ha fatto questo tipo di sforzo economico in una stagione sicuramente non facile per il basket italiano visto la pandemia di CoVid-19. Ma la presenza del Beli, insieme a quella di Teodosic, mette di diritto la Virtus tra le super candidate alla vittoria finale e farà sicuramente divertire i tifosi, non solo quelli virtussini.

DICCI LA TUA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.