Playoff Western Conference: Lakers e Clippers favorite, Nuggets e Rockets rischiano?

3
979

Dopo la vittoria dei Portland Trail Blazers nel play-in contro i Grizzlies anche la Western Conference ha finalmente definito le 8 squadre che si giocheranno il titolo di conference e l’accesso alle NBA Finals. Una post season che, come per la Eastern Conference, si preannuncia davvero combattuta e incerta vista la strana situazione in cui si giocherà: senza fattore campo e con tutti (o quasi) i giocatori riposati dopo i tanti mesi fermi causa CoVid19.

(1) Los Angeles Lakers vs. (8) Portland Trail Blazers

Pronostico: 4-1 Lakers

I Lakers nella bolla non hanno mostrato il meglio del loro potenziale, anzi, ma l’obiettivo era blindare il primo posto a Ovest e cercare di evitare infortuni, ed entrambe le cose sono state raggiunte. Adesso i gialloviola però dovranno essere bravi a riaccendere l’interruttore e farsi trovare pronti da subito per evitare scivoloni e sconfitte che potranno allungare la serie.
Anche perché di fronte troveranno i Portland Trail Blazers reduci da grandi fatiche per riuscire prima ad entrare nel play-in e poi per vincerlo: la squadra di Stotts gioca praticamente dall’inizio della bolla con 7 giocatori e i leader, Lillard, McCollum e Nurkic sono stati spremuti non poco fisicamente e mentalmente.
Questo peserà molto, e i Lakers rimangono gli assoluti favoriti, anche perché i Blazers difensivamente sono sotto la media NBA e non hanno un giocatore da mettere in marcatura su LeBron James, ma come detto sanno bene che con Lillard e compagni è meglio non giocare al gatto col topo per evitare di trovarsi invischiati in una serie lunga.

(2) Los Angeles Clippers vs. (7) Dallas Mavericks

Pronostico: 4-2 Clippers

I grandi favoriti all’inizio della stagione regolare, i Clippers, in realtà hanno incontrato più di qualche ostacolo sul loro cammino sia pre sia post CoVid19: le assenze per vari motivi nella bolla di Williams, Harrell e Beverley non hanno permesso a coach Rivers di costruire quell’amalgama necessaria per andare avanti nei playoff, ma la presenza di due stelle come Leonard e George dovrebbe mettere tutto a posto, almeno nel primo turno.
Attenti però a non sottovalutare i Dallas Mavericks, una squadra dal potenziale offensivo eccezionale trascinati dal talento di Luka Doncic (32 punti e tripla doppia di media nella bolla) e Kristaps Porzingis (inserito nel 2° All-Team della bolla). Il problema vero saranno le gravi lacune difensive dei texani che contro fuoriclasse come i giocatori dei Clippers rischiano di essere letali. Dallas ad ogni modo se la giocherà, probabilmente riuscirà anche a vincere un paio di partite, ma alla lunga la franchigia di LA dovrebbe avere la meglio.

(3) Denver Nuggets vs. (6) Utah Jazz

Pronostico: 4-2 Denver

Così come nella Eastern Conference anche a Ovest le sfide tra 3° e 6° e tra 4° e 5° si preannunciano molto equilibrate. I Denver Nuggets hanno giocato a fasi alterne nella bolla di Orlando dovendo pian piano recuperare tanti infortunati e inserendo nelle rotazioni giovani interessanti:
Jokic e Murray rimangono i capisaldi della squadra, con l’esperienza di Millsap e la gioventù di Michael Porter JR (22 punti, 9 rimbalzi, 42% da tre e premio di miglior Rookie a Orlando) coach Malone spera di aver trovato il core giusto (pur con le assenze pesanti di Harris e Burton) per portare avanti anche ai playoff l’ottimo lavoro fatto in Regular Season.
Dall’altra parte anche gli Utah Jazz hanno vissuto di alti e bassi nella bolla, che non potranno permettersi nelle prossime sfide per non rischiare di uscire molto velocemente dalla post season: Donovan Mitchell è chiamato al salto di qualità e per aiutarlo è stato preso apposta Conley; Gobert, Ingles e Clarkson dovranno poi fornire un supporto importante vista anche l’assenza pesantissima di Bojan Bogdanovic.
Nuggets che partono favoriti sulla carta, sia per la lunghezza del roster sia per quello mostrato finora, ma Utah ha mostrato negli anni di non avere troppi timori a ribaltare i pronostici, soprattutto in post season.

(4) Houston Rockets vs. (5) Oklahoma City Thunder

Pronostico: 4-2 Houston

Senza dubbio è “la serie” di questo primo turno di playoff NBA per tanti motivi. Lo scambio della scorsa estate che ha mandato Westbrook a Houston dall’amico Harden e Chris Paul ai Thunder sembrava aver cambiato la storia delle franchigie, e invece a mesi di distanza tutti i pronostici sono stati sovvertiti.
I Rockets hanno vissuto una regular season abbastanza altalenante, hanno scelto di affidarsi in toto ai dettami tattici di coach D’Antoni eliminando Capela e giocando con 5 piccoli sempre in campo, restando però ancorati al gioco di 1c1 di Harden, anche quest’anno miglior marcatore della NBA.
I Thunder invece sembravano sul punto di partire con il rebuilding e invece il GM Presti e il coach Donovan hanno fatto un vero e proprio miracolo costruendo una squadra che per larghi tratti della stagione ha giocato un basket davvero interessante, rigenerando di fatto le carriere di CP3 e di Danilo Gallinari.
Anche qui Houston parte favorita sulla carta, ma servirà maggiore concretezza da parte di Harden e Westbrook, che molto probabilmente salterà un paio di partite della serie per un problema muscolare. Più lui starà fuori più OKC avrà una chance di passare il turno.

3 Commenti

  1. Credo che la sostanziale assenza del fattore campo (e la mancanza di viaggi) avrà il suo peso nel corso dei PO.
    Nel senso che, probabilmente, ci saranno serie più brevi in quanto le squadre più forti non avranno i passaggi a vuoto delle sconfitte in casa altrui.
    Quindi vedremo meno gare-7, se non nei casi di effettivo equilibrio (e di serie realmente equiibrate ne vedo pochine).

  2. Esatto, è molto probabile sarà così. Per dire i Jazz hanno sempre puntato tantissimo sul loro fattore campo per riuscire a gestire le loro serie. I Nuggets col discorso dell’altitudine ne hanno sempre beneficiato. E così molte altre. Senza trasferte e fattore campo saranno dei playoff sicuramente diversi.
    Magari con serie più corte, però magari anche con tante partite che si decideranno in finali punto a punto essendo tutte le squadre al loro meglio, o quasi.

DICCI LA TUA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.