NBA trade deadline: Pau Gasol verso Sacramento, duello Cavs-Clippers per Frye

5
1614
Pau e Marc Gasol © 2015 NBAE / Getty Images
Pau e Marc Gasol © 2015 NBAE / Getty Images

Dopo Howard, Horford, Frye e Ryan Anderson, spunta anche il nome di Pau Gasol tra quelli che potrebbero cambiare maglia entro la trade deadline del mercato NBA delle ore 21 di stasera (che seguiremo con aggiornamenti LIVE sia sul sito sia su Twitter). Il centro dei Bulls è finito al centro di una voce che lo vorrebbe ai Sacramento Kings. Intanto sembra esserci un duello all’orizzonte tra Cavs e Clippers per arrivare al veterano dei Magic Channing Frye. Gli Houston Rockets, oltre a Howard, stanno inoltre cercando di piazzare Ty Lawson, scommessa estiva abbondantemente persa.

Il nome a sorpresa di questo ultimo giorno di mercato per gli scambi NBA è quello di Pau Gasol. Secondo il solito ben informato Adrian Wojnarowski di Yahoo!Sports i Chicago Bulls vorrebbero cercare di cedere il lungo spagnolo per paura di perderlo per nulla in estate. Il catalano non dovrebbe esercitare la player option ma alcuni fonti riferiscono il suo desiderio di restare nella Windy City e rinegoziare l’accordo. In ogni caso ci sarebbe una bozza di trattativa coi Sacramento Kings per portare Pau e Tony Snell in California in cambio di Ben McLemore, Kostas Koufos e la prima scelta al Draft del 2016. Sembra che Chicago sia attiva anche sul fronte Taj Gibson: il lungo potrebbe partire in direzione Toronto Raptors per Patrick Patterson e scelte.

In casa Sacramento è sempre il caos a regnare sovrano. Restano sul mercato Collison, Rudy Gay e pure Marco Belinelli, si cerca di arrivare a Thabo Sefolosha degli Atlanta Hawks per rinforzare la difesa sul perimetro e intanto, giusto per non annoiarsi, è stato licenziato Vance Walberg, uno degli assistenti di coach George Karl, costantemente in bilico tra conferma ed esonero.

Molto attivi sul mercato anche i Cleveland Cavaliers. Nonostante vengano considerati tutti cedibili tranne LeBron James e Kyrie Irving, sembra ormai improbabile che Kevin Love parta, al pari di Shumpert e JR Smith. L’obiettivo è arrivare al famoso stretch four per rinforzare la panchina: il sogno è Ryan Anderson che i Pelicans vorrebbero cedere per non perdere senza nulla in cambio in estate mentre l’alternativa è Channing Frye. Su quest’ultimo però sarebbero in vantaggio i Clippers che mettono sul piatto CJ Wilcox, Lance Stephenson e una seconda scelta, anche perchè gli Orlando Magic non vorrebbero accollarsi il biennale garantito di Anderson Varejao. L’unica strada percorribile per Cleveland è coinvolgere una tra Portland e Philadelphia che spazio nel cap e possa prendere il brasiliano.

A proposito di Philadelphia, non trovano grosse conferme le voci riguardanti il rookie Jahlil Okafor. L’ex stella di Duke piace molto a Pat Riley e ai Miami Heat ma i 76ers non sembrano disposti a scambiare la loro prima scelta, a meno di proposte clamorose. Gli Houston Rockets faticano a trovare acquirenti per Dwight Howard: dopo Hornets e Heat, anche i Celtics si sarebbero tirati indietro preferendo virare su Al Horford, sempre che gli Hawks lo cedano. Houston starebbe disperatamente provando anche a liberarsi di Ty Lawson, scommessa fallita, e sta parlando con gli Utah Jazz per avere in cambio Trey Burke.

Altre voci. Pelicans e Grizzlies escludono di coinvolgere Jrue Holiday e Mike Conley nelle trattative, gli Wizards stanno cercando Miles Plumlee dei Bucks che però starebbero pensando di mettere in vetrina John Henson, Milwaukee starebbe cercando di intavolare una trade con Atlanta per Jeff Teague dando in cambio Carter-Williams e lo stesso Henson mentre per Teague Indiana offrirebbe George Hill, gli Oklahoma City Thunder disponibili a liberarsi di Augustin, Waiters e Novak per fare spazio nel caso si presenti un’occasione sul mercato come ad esempio Joe Johnson, che secondo molti dovrebbe lasciare i Nets via buyout.

5 Commenti

  1. Perché non fare uno scambio gasol Howard visto che entrambi scadono e potrebbero essere propensi a rifirmare nelle nuove squadre.
    Sacramento se prende gasol fa una cagata pazzesca! Non rifirmerà mai in quel marasma di squadra. Certo però che se i Kings fanno un quintetto con rondo thabo gay gasol e cousins la squadra può tranquillamente andare ai p.o

    • Io non vedo impossibile far giocare insieme Gasol e Cousins, anzi: entrambi sono giocatori molto dotati in attacco e Cousins potrebbe giocare un po’ più vicino a canestro di quanto fa adesso (senza perdere efficacia).

      Se si integrassero i Kings avrebbero una delle migliori coppie di lunghi della Lega…

      • Non credo che DMC abbia l’intelligenza cestistica di cambiare gioco … se facessero un travaso di metà del QI di Pau secondo me potrebbero diventare una coppia veramente efficace (è un ipotesi, io non sono un tifoso di DMC quindi ho un giudizio viziato)

DICCI LA TUA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.