Notte NBA: Belinelli trascina gli Spurs, Durant schianta i Bulls

14
2578

Curiosità

Senza Duncan, Parker e Ginobili, è Marco Belinelli a firmare la vittoria degli Spurs sul campo degli Warriors: Beli realizza il career high con 28 punti (10/16 al tiro, 4/8 da tre) in 29 minuti. In precedenza sono state 43 le volte in cui un italiano ha segnato almeno 28 punti (31 Bargnani, 12 Gallinari).

Belinelli shotchart


Agli Warriors non è bastato Stephen Curry che ha chiuso con 30 punti e 15 assist: per lui si tratta della prima volta in carriera da 30+15. In stagione è il secondo a riuscirci dopo i 42 con 15 assist di Chris Paul dei Clippers proprio contro Golden State.


Kevin Durant firma 32 punti nel successo di OKC sui Bulls: la stella di Washington DC guida la NBA con 13 gare con almeno 30 punti in stagione.


I Thunder hanno firmato l’ottava vittoria in fila e sono imbattuti in casa: il 13-0 interno per iniziare la stagione pareggia il record di franchigia del 1976-77 quando erano ancora a Seattle.

 

Risultati della notte


Oklahoma City Thunder (21-4) – Chicago Bulls (9-16) 107-95
(Durant 32; Noah 23)


Golden State Warriors (14-13) – San Antonio Spurs (21-5) 102-104
(Lee 32; Belinelli 28)

 

Highlights

14 Commenti

  1. Questo beli stratosferico sta oscurando e non poco green che a mio modo di vedere sta un pò deludendo,mi aspettavo si consacrasse quest anno;
    E anche leonard a dirla tutta.. Credevo facesse un salto di qualità

    • Osservazione che ci può stare, ma secondo me il Pop sta cercando di gestire tutto quello che ha a disposizione con la speranza di arrivare ai PO con tutti in salute e spremuti al giusto. Il fatto che quello che gioca più minuti per partita è TP con poco più di 30 mi pare un lusso non da poco.
      In quest’ottica, ed in particolare a SA che rispetto alle altre franchigie si basa molto più su un gioco che coinvolge tutti, delle mezze delusioni possono starci.

  2. Ma sinceramente è questo green terribile che si sta oscurando da solo… cmq asptterei a darlo per perso I tiratori vivono periodi no. Mentre leonard pur non facendo magie si mantiene in standard cmq alti.

  3. ma Boris Diaw che stoppa Stephen Curry lanciato in contropiede 2vs1? e il gioco a due fra Diaw e Splitter dentro l’area con finta di Tiago che fa saltare sia Bogut che Lee e restituisce al francese per la comoda schiacciata?
    Belinelli bene, costante e ieri grande exploit. Su Leonard, del quale ho ben precise le cifre avendolo al fantabasket, posso dire che non è un giocatore da grandi cifre, secondo me anche perchè all’interno del sistema Popovich, ma ha pochissimi passaggi a vuoto e soprattutto in giro per il campo fa di tutto.

  4. Bah, non mi getterei su analisi troppo specifiche verso i singoli di San Antonio, tranne le giuste lodi a Belinelli che sta facendo una stagione strepitosa. Se andiamo a valutare i numeri, nessuno sperone (a parte appunto l’italiano) sta facendo cose incredibili. Gli stessi Duncan e Parker sembrano sotto tono rispetto alla passata stagione, sta di fatto che sono come sempre in cima alla lega, e oggi hanno battuto GSW giocando con le riserve. In una squadra con un gioco così di sistema difficilmente vedremo qualcuno con numeri alla Lebron, o alla George (se vogliamo restare sugli umani). E d’altra parte questa è forza di SAS.

  5. Vedo che date tutti più o meno la stessa risposta;allora a questo punto vi chiedo leonard in una squadra che punta su di lui che cifre farebbe?
    Se per esempio giocasse in una Milwaukee viaggerebbe sui trenta a partita o in definitiva è piu un giocatore alla igoudala( sa far bene tutto ma non eccelle in niente?)

    • Per me più alla Iggy. E’ un giocatore solido, che non ti sbaglia la partita e magari te la indirizza con 2 o 3 giocate sui 2 lati del campo. Spicca di più ai PO, quando il gioco si fa duro, ed è l’ideale per una contender. Ma non è uno che ti fa un mese a 30 + 8 + 8 alla LBJ, KD o George, tanto per citare 3 pari ruolo.

        • Secondo me farebbe cifre assurde: 18-20 punti, 9-11 rimbalzi (prima che dica qualcosa guardate le medie del college e la puntata di sportscience su Leonard), 2-3 assist (non ha grande vesione di gioco), 1-2 rubate, 1 stoppata (anche più).
          Ovviamente non dovrebbe essere l’unico realizzatore della squadra perché ancora non sa gestire un raddoppio… Più che Iguodala io lo paragonerei a George, meno visione di gioco ma più dotato vicino a canestro.

  6. Che bello veder giocare curry,davvero anche se sembra faccia scelte assurde a volte ha un tiro cn una meccanica grandiosa e un ball handling da antologia,di lui in attacco sn davvero innamorato,sul finale era curry contro spurs,e a momenti la vinceva…terzo quarto di belinelli eccellente e diaw a me sembra meno grasso ha fatto un gran 4 finale,vedi stoppata e schiacciata…per il resto secondo me leonard è ampiamente inferiore a iggy cm passatore ma è più di un role player già adesso, si sta costruendo,nn sarà da 20 ogni sera ma è preziosissimo già ora….comunque belinelli nn essendo schiavo di un contratto pesante ,cm gli altri 2 italiani,secondo me ha fatto le scelte giuste almeno per provare a vincere l’anello…

    • Per il titolo la vedo difficile comunque già il fatto di vedere un italiano in finale sarebbe bello;
      Su diaw la soluzione all enigma è molto semplice: contract year!

      • Uahauhauahuahau mito boris,a charlotte era il mio mio preferito,faceva cose incredibili dal punto di vista tecnico,ed era tipo 15 kg più di adesso… boh san antonio credo possa fare la finale ad ovest o almeno lotterà per arrivarci…ehi ma news sul gallo????

  7. kobe di nuovo rotto… beli un grande, tra gli italiani è sicuramente quello che ha dovuto dimostrare di più negli anni (per ruolo e fisico soprattutto) ma ne esce bene, ci sta alla grande in nba e apprende anche in fretta…

DICCI LA TUA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.