Protagonisti inaspettati sulla sirena

0
901

Nella 5^ giornata di regular season di Eurolega che si è conclusa ieri sera ci sono state due vittorie nettissime (+42 del Cska Mosca contro il Partizan, +46 del Real Madrid contro l’Anadolu Efes), alcune importanti per iniziare a delineare le classifiche (come quella dell’EA7 Emporio Armani Milano contro Strasburgo) e poi tre partite che si sono chiuse con un canestro sulla sirena (o quasi) con tre protagonisti non così facili da pronosticare: Jeff Viggiano per la Montepaschi Siena, Krunoslav Simon per il Lokomotiv Kuban e Vangelos Mantzaris per l’Olympiacos.

L’italo-americano con un canestro da step-back proprio sulla sirena finale ha dato la prima vittoria stagionale in Europa alla squadra di coach Crespi sul difficile campo dell’Unicaja Malaga; per lui alla fine 12 punti in 16 minuti con 3/4 da due e 2/4 da tre, oltre appunto ad un canestro incredibile che ha mandato al settimo cielo compagni, staff tecnico e ovviamente tifosi. Una vittoria importante per Siena, che finora pur giocando un basket accettabile aveva sofferto ed era uscita sconfitta, non solo per una possibile qualificazione alle Top 16 (che resta comunque complessa) ma soprattutto per dare morale anche in campionato.
Per Viggiano invece potrebbe essere una grande iniezione di fiducia e un modo per conquistare più minuti, visto anche il probabile taglio di Kim English, che non è neanche entrato in campo.

Questa la sua prodezza:

Nello stesso gruppo dei senesi, il C, anche i bi-campioni in carica dell’Olympiacos hanno strappato la vittoria con un canestro allo scadere del greco Mantzaris. Per lui 6 punti in 19 minuti con 1/4 dalla lunga distanza, ma quello che conta di più, quello del 79-77 casalingo contro uno Stelmet Zielona Gora che ha combattuto alla pari fino alla fine. I rossi del Pireo con questa tripla e con questa vittoria restano così imbattuti in questa stagione (unica squadra con Real Madrid e Fenerbahce) e dimostrano di essere ancora la squadra da battere per chi volesse arrivare fino in fondo alla competizione.

Questo il canestro del greco:

Infine l’ultimo protagonista è Simon, che a dire il vero è un po’ meno inaspettato degli altri perchè è già la seconda volta consecutiva che regala ai suoi la vittoria con l’ultimo canestro. Il finale dice 85-84 per i russi che hanno approfittato di un crollo di attenzione del Laboral Kutxa Vitoria: sopra 79-84 gli spagnoli hanno prima commesso un fallo su tiro da tre di Marcus Williams che ha segnato tutti tre i liberi, poi hanno sbagliato una conclusione da due con Heurtel lasciando una transizione semplice a Kuban, che ha trovato Simon libero sull’arco.
La Lokomotiv con questa vittoria vola al primo posto del suo girone con 4-1 di record, e dà un segnale chiaro alle avversarie sulla sua potenza in questa stagione.

DICCI LA TUA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.