Notte NBA: Nowitzki diventa il 16esimo miglior marcatore della storia

25
2663

Curiosità

Dirk Nowitzki con i 19 punti segnati questa notte contro i Milwaukee Bucks diventa il 16esimo miglior marcatore della storia NBA superando Jerry West, fermo a 25.192.


Gigi Datome chiude per la prima volta in carriera NBA in doppia cifra a quota 10 punti tirando 2/4 da tre e 4/6 dal campo in 17:25 minuti. È l’italiano più veloce della storia a raggiungere una doppia cifra nella NBA.


Michael Beasley, con i suoi 19 punti in 19 minuti, è il giocatore degli Heat ad avere segnato di più tra quelli che hanno giocato meno di 20 minuti, record che resisteva dai tempi di Jermaine O’Neal (2009).

 

Risultati della notte


Miami Heat (4-3) – Milwaukee Bucks (2-4) 118-95
(James 33; Neal e Henson 18)


Dallas Mavericks (5-3) – Washington Wizards (2-5) 105-95
(Nowitzki e Ellis 19; Ariza 27)


Golden State Warriors (5-3) – Detroit Pistons (2-5) 113-95
(Curry 25; Drummond 16+14, Datome 10)


Los Angeles Lakers (4-5) – New Orleans Pelicans (3-5) 116-95
(Hill 21; Gordon 17)

 

Highlights

25 Commenti

  1. Qualcuno mi spiega perché detroit nn scambia monroe che tanto non rinnova per cercare di arrivare a qualcosa di utile e spostare Smith da quattro che con jennings contemporaneamente in campo e lui da ala piccola è un cosa indecente?lasciando perdere la partita di oggi che era difficile di per se mi spiace vedere detroit in questo stato perché il talento c è ma è mal distribuito

    • Credo sia in programma questa mossa, probabilmente volevano vedere come funzionava il backcourt attuale, ma direi che in prossimità dell’all star Monroe se ne andrà, ipoteticamente per una SG.

    • Ti appoggio in pieno, e direi, scambierei monroe per un paio di scelte perchè, con il contratto da rookie nell’ultimo anno, si becca ben poco come contropartita!

      • Monroe ha un potenziale da All-Star e sinceramente più che scambiarlo per delle scelte proverei a inserire nella trade uno tra Villanueva e Stuckey che guadagnano più di 8 milioni a cranio e vanno in scadenza a fine stagione

        • Si hai tendenzialmente ragione, ma ora come ora prenderà dai 3,5 ai 5 milioni… che si può fare con quelli?
          Trade machine! Arrivo!

  2. Bucks: ma senso ha sta squadra? E perchè migliorare il roster quel tanto che basta per non avere una delle primissime scelte? Nonchè relegare in panchina uno dei giocatori principali arrivati in estate (Knight)?
    Wizards e Pistons: stanno finendo le scuse. Devono iniziare a portare a casa qualche vittoria in più, perchè avrebbero tutte le carte in regola per poter ambire ai playoffs.
    Giusto mettere in luce Beasley: sta giocando molto poco, ma credo soprattutto per evitare che si monti la testa, ma nei pochi minuti a disposizione sta rendendo davvero bene. Avrà un ruolo sempre più importante nel corso della stagione. Non ci ho ancora fatto caso, ma quando è in campo gicoa anche da 4 con Bosh 5?
    J.O’Neal: altro veterano resuscitato! Nelle ultime due stagioni ha messo assieme prestazioni molto buone senza alcuna pretesa.

    • Dade mi hai anticipato su Bucks e Wizards. I primi squadra assurda, i secondi ogni anno devono esplodere ed immancabilmente deludono. Aspettiamo ancora un po’ dato che siamo appena all’inizio, ma ho paura che anche sto anno sarà così.
      Per i Pistons sono ancora fiducioso, ma vado a sensazioni 🙂

    • Sui Bucks sottolineo anche la pessima gestione di Hanson, che sarebbe un ottimo prospetto. Guardate che numeri in rapporto ai minuti giocati… da puntare prima della chiusura del mercato.

  3. Si in garbage time con I warriors sopra di 20 e rotti e o neal centro titolare. Forse 3 punti li mettevo anche io. Parlando di cose serie… mi sa che ci siamo giocati il play piu forte degli ultimi 20 anni. Grandissimo dispiacerr vedere nash finire cosí!
    Per quanto riguarda la partita di questa notte l hanno vinta hill e il meraviglioso young. Che trivandosi nella giornata buona è diventato praticamente inmarcabile. Ps pellicans sono veramente brutti… oltre a monociglio c è il vuoto! Involutissimi holliday e gordon

    • Un altro giocatore che rende l idea che giudicare la carriera dagli anelli vinti non sempre è una teoria esatta,cmq sui pellicani ti sei scordato anche di evans lui sicuramente è tra i candidati al premio giocatore più involuto dell anno

  4. va bhe ma evans era fuori gara… da un paio di anni ormai!
    Cmq warriors sempre più spettacolari, mi ricordano molto sacramento dello showtime di j williams. Giocano un basket troppo bello in contropiede.
    Per quanto riuarda i pistons concordo il talento c’è e se la squadra trova la giusta quadratura tra i ruoli possono sicuramente andare ai playoff (anche se ricostruire su jennings nn so quanto convenga)
    Monroe cmq fa gola a parecchie squadre, bisogna però vedere per cosa lo sacrifichi.

    • Boh, io spero sempre che i Pelicans ad un certo punto dicano “OK, da oggi giochiamo tutti insieme” e rendano per il potenziale che hanno.
      Fin qua Anthony Davis forse addirittura al di sopra delle aspettative ma tutti gli altri che dovrebbero tirare la carretta inguardabili

  5. Monroe???
    Diamo a Det Wes Matthews e scelte, tanto come SG abbiamo McCollum o MoWillams con Lillard e ci prendiamo Greg……
    Scusate, sognavo…..

    • Ahahhahaahha, sei il solito ma non si pesterebbe i piedi con Aldridge?
      Cmq io monroe lo vedrei bene in uno scambio alla pari con Gordon a proposito di pellicani.
      Però ha troppo senso come scambio quindi non lo faranno mai

        • oregon bisogna andare al di là del ragionamento Monroe=Centro quindi ok con Alridge
          Sono tutti e due giocatori di post basso. Con bassa attitudine difensiva, ma buoni rimbalzisti.
          Contro una squadra che spinge in transizione, ti frullano la frontline a suon di rientri in difesa!

          • Esatto Aldridge ha un raggio di azione che è molto simile a quello di Monroe e in più vogliono lo stesso nr di possessi che difficilmente si spartirebbero

          • Vedi che ho ancora tanto da imparare!!!!
            Se non sbaglio, per fare scopa con aldrige servirebbe più un Hibbert, o come aveveno pensato giustamente, un Oden!

          • Oden era veramente una pick perfetta, vedendolo giocare al college piange il cuore vedere che abbia certi problemi. Questo non aveva niente da invidiare a Shaq, a parte le ginocchia.

          • Non l’avevo sentita. A parte che non mi convincerebbe (Faried può essere efficace solo in certi tipi di squadra, ad esempio Denver 2012/13 sì, Denver 2013/14 no) credo che ora con l’infortunio di McGee diventi poco fattibile dal lato Nuggets.

DICCI LA TUA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.